Ok Hobbycolours.it utilizza i cookies e altre tecnologie in modo che possiamo migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito. Leggi qui per maggior informazioni. Se clicchi su OK o continui la navigazione accetti l'installazione di tali cookies.
Nuovo LIVE POURING PERFORMANCE by ANNAMARIA ALBANO CON APERITIVO Visualizza ingrandito

LIVE POURING PERFORMANCE by ANNAMARIA ALBANO CON APERITIVO

Nuovo prodotto

SHOW POURING

Maggiori dettagli

Dettagli

Il Colorificio Hobby Colours, per il Fuorisalone milanese, presenta un live pouring performance by Annamaria Albano.
Dalle 18.00 potrete assistere alla creazione decorativa con la tecnica del "pouring".
Cos'è il pouring? Una tecnica che sovrappone colori, tonalità per una decorazione unica e d'impatto.
Mentre guarderete Annamaria Albano esibirsi, potrete fare un aperitivo artistico.

Per info ed adesioni:
whatsapp: 3398432273
mail: clienti@hobbycoloours.it

CHI E' ANNAMARIA ALBANO?

Annamaria Albano, sviluppa la sua sensibilità artistica già nell'infanzia trascorsa nel sud Italia, ad Eboli, grazie a suo padre, ex pittore: cresce guardandolo dipingere, tra colori a olio e profumo di trementina, sperimentazione e ricerca. Nell'adolescenza, coinvolta da sua madre, matura in lei la passione per il cucito e il ricamo: la magia nel riempire spazi vuoti con fili colorati e pregiati, la tessitura di ogni singola trama messa a sua disposizione, la rapisce fino a farle ricamare gli interi corredi che le vengono commissionati. 

 

Negli ultimi anni, si riavvicina alla creatività e all'arte, esprimendosi dapprima nella creazione di gioielli ripartendo dalla manualità, fondamentale nella sua opera e riscoprendo una sua vecchia fiamma, il cucito: attraverso la conoscenza della tecnica del wire wrapping, l’intreccio di fili di metallo adoperando diversi punti di tessitura, ricomincia a esprimere la propria creatività dando vita alle sue idee con gioielli in rame e pietre dure a cui abbina il significato simbolico. 

 

La sua forma espressiva più profonda si sviluppa in seguito all'incontro col mondo del pouring e della fluidart: è folgorata dalla visione del film “Pollock” e dalla comprensione della pittura d’azione, il moto inconscio che porta alla creazione di un'opera d'arte. Il connubio tra la passione artistica e la ricerca psicologica, conferisce alla sua opera maggiore profondità e diversi livelli di lettura.  

 

"L'ordine del caos. La forma dell'informe", nasce dalla riflessione sulle dinamiche inconsce, in particolare dalla riflessione sul corpo messo troppo spesso sotto attacco, giudicato, passato sotto una lente di ingrandimento, troppo grosso, troppo smilzo, troppo alto, troppo basso. In questa serie di critiche e giudizi, a volte fin troppo taglienti, il nostro contenitore diventa il protagonista assoluto di attenzioni, e di conseguenza, viene messo da parte l'enorme potenziale che esso contiene, che essendo lontano dagli occhi, invisibile, passa in secondo piano, quasi dimenticato. 

"L'ordine del caos. La forma dell'informe", è frutto dalle sue esperienze personali e di chi le sta vicino: è dare forma al mare magnum interiore presente in ognuno di noi. L'astratto parla al nostro inconscio, e ognuno vede ciò che la propria interiorità ha bisogno di vedere, lei trasporta questa esperienza su tutte le forme e materiali disponibili: tele, legno, vasi, tavoli, sgabelli, orologi. 

Pur di dare forma all'informe, vale tutto.